sabato 12 febbraio 2011

La vita di Michelangelo attraverso la maximafilia - 25^ parte

Cari amici, eccoci all'ultimo atto di questa lunga carrellata dedicata al grande genio italiano, chiamato Michelangelo Buonarroti.


L'Ultimo atto

Il 13 gennaio 1563 Cosimo I de' Medici fonda, su consiglio dell'architetto aretino Giorgio Vasari, l'Accademia e Compagnia dell'Arte del Disegno di cui viene subito eletto console proprio il Buonarroti.


(immagine dello stemma dell'Accademia dell'Arte di Firenze)


E' l’ultimo atto del “grande maestro” che morirà a Roma il 18 febbraio 1564, all'età di ottantotto anni.

L'Accademia si occupa di riportare le sue spoglie a Firenze e di organizzare le esequie del grande artista nella Chiesa di Santa Croce. Fu proprio Giorgio Vasari a disegnare il monumento sepolcrale di Michelangelo composto da tre figure piangenti che rappresentano la pittura, la scultura e l'architettura.



Emissione: 03/05/1995 Italia - Obliterazione: Firenze - Primo Giorno

Ediz. – Innocenti, Firenze - Soggetto – Basilica di santa Croce, Firenze




(la tomba di Michelangelo)

Michelangelo fu anche poeta. La sua formazione poetica avvenne probabilmente sui testi di Petrarca e Dante, conosciuti nella cerchia umanistica della corte di Lorenzo de' Medici.

Le rime di Michelangelo incontrarono una certa fortuna negli Stati Uniti nell'Ottocento, dopo la loro traduzione da parte del grande filosofo Ralph Waldo Emerson.



Speriamo con tutto il cuore di avermi mostrato una collezione interessante, e attendiamo con piacere i vostri commenti e pareri.

Un caro saluto da tutto la staff di lausfil.

Nessun commento: