martedì 1 giugno 2010

Come staccare i francobolli usati dalla busta

Buongiorno, se stato visitando questo blog significa che siete appasionati di filatelia o numismatica. Oggi parliamo di filatelia e soprattutto di come incominciare una raccolta di francobolli.



Il modo più semplice, a costo zero, è quello di recuperare i francobolli usati che arrivano nelle nostre case (purtroppo sempre più raramente) quotidianamente, attraverso le buste e le cartoline. Per prima cosa dobbiamo distinguere due tipi di formati:
  • francobolli tradizionali, con colla al retro, se si attaccano alla busta semplicemente umettandoli;
  • francobolli autoadesivi.
La tecnica di distacco che oggi presentiamo non deve essere utilizzata per i francoboli del secondo tipo, cioè autoadesivi, i quali vanno lasciati incollati su frammento di busta.

Invece per quanto riguarda i francobolli con colla al retro, possiamo operare come consigliato in questo articolo tratto da: http://it.wikipedia.org/wiki/Filatelia.
Riporto non integralmente:
per staccare un francobollo dal supporto cartaceo occorre immergerlo per alcuni minuti in acqua calda. Prima di questa operazione verificare che il francobollo non sia più raro qualora conservato sul supporto (soprattutto se si tratta di francobolli antichi). Per eseguire questa operazione occorre una bacinella di plastica e della carta assorbente. I francobolli vanno immersi nella bacinella avendo cura di rivolgere la vignetta verso l'alto. Per staccare in modo corretto un francobollo usato dal suo frammento cartaceo è opportuno procedere in questo modo:
  1. si pone il frammento in una bacinella piena di acqua tiepida per circa 15 minuti
  2. si estrae il francobollo bagnato e lo si mette tra due fogli di carta assorbente per pochi minuti
  3. prima della sua completa asciugatura lo si pone sotto un peso (es. sotto un libro) per evitare che assuma pieghe e deformità
  4. quando è completamente asciutto lo si può riporre nell'album.
Allora ? .... siamo pronti ad iniziare una bellissima collezione di francobolli ?
Dallo staff di Lausfil, buon divertimento.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

PS: dopo il lavaggio rimane comunque la colla al retro del francobollo..........e non si può mettere tra due fogli di carta assorbente....prima va tolta la colla!

staff Lausfil ha detto...

Nonostante quasi tutti gli articoli consultati riportano lo stesso metodo, riteniamo molto interessante il parere espresso da "Anonimo". A detta di molti, anche con un abbondante periodo di tempo trascorso in acqua tiepida, molti francobolli tendono a mantenere una certa quantità di colla al retro. Per ovviare a questo problema un ns. Socio provvede come segue:
"Dopo l'immersione in acqua e il naturale distacco del supporto cartaceo, il francobolli viene posizionato con il retro in alto su un tovagliolo assorbente da cucina e lasciato asciugare all'aria. Il giorno dopo, si mette tra due fogli di carta pulita e si pone sopra un peso (ad esempio un libro). Dopo 24 ore, il francobollo è pronto per essere alloggiato nel raccoglitore". Nella speranza di poter essere stati utili, un caro saluto dallo staff di Lausfil.